Seguici

Calcio

«A Lecco episodi arbitrali allucinanti»: quali?

Sean Sogliano, esperto diesse del Padova, se la prende con Cascone: «Fuorigioco clamoroso ed espulsione ingiusta di Monaco». Ma i fatti gli danno torto

C'è fallo di mano sul cross di Celjak? BONACINA/LCN SPORT
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

La prima sconfitta stagionale del Padova ha lasciato uno strascico polemico. I giocatori della capolista, sconfitta in trasferta (3-2) da un ottimo Lecco nonostante il tentativo di rimonta andato a buon fine, nel dopo gara hanno lasciato correre sugli episodi: capitan Ronaldo ci ha solo girato intorno («Non voglio fare drammi, vorrei però perdere una partita senza episodi, essere sconfitti solo perché gli altri sono stati più bravi di noi»), Saber ha proprio lasciato cadere la vicenda («Non parliamo di arbitri, dobbiamo fare meglio di così»). Mister Pavanel ha scelto la via di mezzo («Devo rivedere»), ma lo stesso non si può dire del Direttore Sportivo Sean Sogliano.

«Non mi piace farlo, ma non posso non soffermarmi sul fatto che a Lecco ci sono stati degli episodi arbitrali allucinanti», ha detto il dirigente ai colleghi de “Il Gazzettino”, facendo riferimenti anche a quanto accaduto ad aprile sul campo della Triestina (gol di mano convalidato a Gomez): «È giusto non parlare più di Trieste, ma alla prima partita che ci dirige di nuovo ci sono un fuorigioco clamoroso che il guardalinee non può non sbandierare e una espulsione ingiusta di Monaco. Diventa difficile con due episodi arbitrali forti. Sono un po’ contrariato perché uno ci mette tutta la buona volontà a togliersi dalla testa determinate cose e poi capita questo: saremo sfortunati. L’unica cosa da fare è non parlare degli arbitri perché non serve, ma neanche passare da stupidi (eufemismo, ndr)».

Quale fuorigioco? Quale espulsione ingiusta?

Andiamo con ordine: al minuto numero ventotto Iocolano crossa dalla sinistra verso l’altra fascia, Celjak crossa al volo e trova Curcio a frenarlo, forse con la mano; rigore che manca per i blucelesti? Le immagini non chiariscono fino in fondo, ma dopo Fiorenzuola-Lecco

Curcio tocca di mano?

Entriamo nel merito di quanto contestato da Sogliano: minuto numero trentotto, Tordini brucia Saber a centrocampo e manda in porta Mastroianni con un lancio perfetto che prende di sorpresa sia Curcio che Monaco; fuorigioco? Sicuramente l’attaccante bluceleste è davanti al terzino, ma pare in linea con il difensore centrale. Poco ma sicuro, non c’è niente di clamoroso, diversamente da quanto denunciato dall’esperto dirigente.

Mastroianni scatta in linea con Monaco

In ultimo, il “rosso” sventolato sotto il naso a Monaco: il difensore, già ammonito, sbraccia in maniera evidente con Iocolano, colpito al collo dal gomito sinistro del difensore centrale, che stava per essere scavalcato dal rilancio di Zambataro. il provvedimento è apparso sin da subito corretto ai presenti, tant’è che è lo stesso Ronaldo, capitano ospite, a spegnere le proteste veementi di Curcio. E questo la dice già abbastanza lunga di come sia stato percepito l’episodio dagli stessi giocatori biancoscudati.

Il colpo di Monaco a Iocolano

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio