Seguici

Calcio

Calcio Lecco, Bolzoni e Forte si presentano: «Il mister vuole un gioco palla a terra». Ora si lavora sulle uscite

I due giocatori rappresentano il secondo e terzo colpo dei blucelesti in entrata. Ora sarà necessario chiudere: la rosa è arrivata alla soglia dei trenta giocatori

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Mercoledì Alessio Milillo, giovedì Francesco Bolzoni e Riccardo Forte. Sono giorni intensi anche all’interno della sala stampa dello stadio “Rigamonti-Ceppi”, dove scorrono i volti dei nuovi giocatori acquisiti dalla Calcio Lecco 1912. Nel giro di poche ore mister Gaetano D’Agostino ha avuto un rinforzo per reparto ed è probabile che non ci si fermerà a questo punto. Curiosità non da poco, il tecnico sarà chiamato a dirigere un suo ex compagno di squadra: ai tempi del Siena, infatti, l’attuale allenatore bluceleste divideva il centrocampo con lo stesso Bolzoni, ora cercato e portato all’ombra del Resegone dopo mesi difficili all’Imolese.

«E’ stato lui a chiamarmi e chiedermi di venire qui – racconta l’ex Inter -. Dopo il cambio di guida tecnica ho fatto davvero fatica a trovare posto in campo, anche perché la società ha deciso di puntare sugli under, di conseguenza ho dovuto andare via. Dove giocherò? Il centrocampo a due sta tornando di moda dopo tanti anni in cui si è giocato solo a tre, quello della mezz’ala è un ruolo che so ricoprire meglio. Il mister vorrà giocare palla a terra, me lo ricordo già così da compagno. Fisicamente sto bene, voglio dare ancora tanto al calcio e al Lecco, vivo per questo sport; porterò anche esperienza».

Dieci anni in meno quelli portati da Forte, giovane attaccante che il Lecco ha preso in prestito dal Milan dopo sei mesi così così al Piacenza: «Rispetto alla Pistoiese (33 presenze, 3 gol) – spiega – sono arrivato in una società che ha voluto inseguire altri tipi di obiettivi e ho faticato a trovare spazio. Sono un trequartista o una seconda punta e preferisco giocare sulla zona sinistra del campo, ma starà al mister assegnarmi i compiti». In soldoni, Forte diventa “antagonista” di Negro, Maffei e D’Anna, anche se quest’ultimo è stato spesso schierato a destra o addirittura nella zona centrale dell’attacco.

Accelerare sulle uscite la nuova priorità

Chiusi i tre colpi in entrata a pochi giorni dalla settimana che vedrà il Lecco affrontare Novara, Monza e Siena, urge cedere alcuni dei. ventinove giocatori in rosa: richieste sono arrivate dalla Pro Sesto per Lisai e dalla Cavese per Nacci, ma nelle intenzioni della società c’è quella di «mandare a giocare» i vari Scaccabarozzi, Nivokazi, Magonara e Vignati, con formule per la gran parte da definire. Sicuramente non avverrà lo scambio con Remedi, che nella serata di giovedì ha firmato con lo scatenato Rimini.

Nel frattempo il Lecco ha “mollato” Figliomeni, passato al Gozzano dopo essersi svincolato dal Catanzaro.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio