Seguici

Calcio

Calcio-Governo, a breve l’incontro: si pensa alla cassa integrazione per i calciatori

Gravina, presidente federale, ha intenzione di richiedere la cassa integrazione per quei giocatori che hanno reddito inferiore ai cinquanta mila euro

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Nella giornata di venerdì si terrà un importante incontro tra Federazione Italiana Giuoco Calcio e Governo per portare avanti delle questioni decisamente sensibili sul tavolo federale. Tra queste, come riportato dal Corriere della Sera, c’è sicuramente quella relativa agli stipendi dei calciatori professionisti, in particolare modo quelli di Serie B e Serie C. Per quelli che hanno un reddito inferiore a cinquantamila euro annui la federazione ha intenzione di richiedere la cassa integrazione all’Esecutivo.

Martedì 17 marzo, lo ricordiamo, in varie piazze che compongono la Serie C scoppiò la grana stipendi: più di una società, infatti, non pagò gli stipendi ai calciatori, obbligati a non allenarsi collegialmente dall’emergenza Coronavirus. Un avvenimento, questo, che fece andare su tutte le furie Franchesco Ghirelli, presidente della Lega Pro: «Come negli ospedali ci sono gli sciacalli che lucrano sulle mascherine, nel calcio ci sono sciacalli che telefonano a club dicendo che loro hanno trovato la strada per non pagare i calciatori per causa di forza maggiore poiché non si allenano e non giocano», dichiarò il numero uno della terza serie.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio