Seguici

Calcio

Il Lecco a casa Pirovano. Maiolo: «Vogliamo migliorarci». Battazza: «I lecchesi aiutino Di Nunno. Ma mi hanno chiesto del 51%…»

I blucelesti hanno fatto visita al loro main sponsor: in sede è stata presentata ufficialmente la propria maglia ed è stato fatto il punto della situazione

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Visita ufficiale della Calcio Lecco 1912 in casa del main sponsor Cantine Pirovano per la presentazione delle nuove maglie da gioco prodotte da Legea Lecco in vista della stagione 2021/2022. Un momento importante anche per fare il punto della situazione sul mercato, certo, ma anche sui primi giorni di lavoro al “Rigamonti-Ceppi” e sullo stato d’animo della proprietà Di Nunno, nel periodo più difficoltoso dell’ormai quinquennale gestione.

«Mi hanno chiesto del 51%»

A fare gli onori blucelesti è stato il presidente onorario Angelo Battazza: «È una grande cosa quella che fa questa azienda, cui devo dire grazie di cuore perché sono sempre da sempre con noi, in qualsiasi momento. Dico “grazie” a Enzo, alle figlie e alla moglie per il contributo e a Legea perché ha fatto tanto e ci segue molto; sono molto bravi, i figli hanno preso dalla mamma. Spero che il mio presidente Paolo Di Nunno rimanga insieme a noi in questa avventura, i lecchesi si devono rendere conto di quanto ha fatto; ce ne sono tanti, comunque, che aiutano senza voler comparire e dobbiamo prepararci a una possibile partenza del patron, anche se, essendoci iscritti, con lui a fine campionato ci arriveremo».

Angelo Battazza BONACINA/LCN SPORT

Battazza, che nella causa bluceleste ha speso gli ultimi trent’anni di vita, dà una novità di rilievo: «Ho qualcuno che mi ha chiesto per rilevare il 51%, ma non posso dire altro. Non mando via nessuno, questo è poco ma sicuro, del resto i soldi per rilevare una società calcistica».

«Vogliamo migliorare»

Parola anche al Direttore Generale Angelo Maiolo: «Queste aziende ci danno grande supporto da vari anni. Ricordo anche Linee Lecco, che ha appena confermato il proprio sostegno; con il loro aiuto credo che riusciremo a completare l’annata. Sempre “grazie” al grande e valoroso Angelo Battazza, che si sta impegnando ancora una volta per questa società; praticamente è un 25enne».

Angelo Maiolo BONACINA/LCN SPORT

Sugli obiettivi Maiolo non si fossilizza: «Quelli che vedete non sono giocatori venuti tanto per mantenere la categoria. Vogliamo puntare in alto, guardando sul campo quale sarà il nostro livello. Zironelli è un grande allenatore, servirà l’amalgama ma non faremo la vittima sacrificale; se non partiremo bene non mi aspetto un esonero nel giro di breve tempo, non è mai successo con me e Fracchiolla». Sul mercato: «Questo è il periodo, se vi riferite a Cauz posso dirvi che era già stata stabilità la sua cedibilità e del resto è stato contentissimo di andare alla Reggiana; abbiamo compensato benissimo con altri giocatori, di almeno pari valore. Il patron? È agitato, ma non certamente per i giocatori o altri personaggi che gravitano intorno al Lecco; non c’è nessun mare mosso in società, ma è tutto un discorso relativo agli sponsor che mancano. Cosa mi aspetto in entrata? Credo che Fracchiolla si stia inventando qualcosa, ci fossero stati più partner avremmo fatto di più».

Sul ritorno di Patrizio Masini: «Abbiamo faticato a farlo tornare, c’era tanta concorrenza. Credo che Patrizio sia il futuro di questa società, ci ricordiamo tutti la sua grinta. Farà molto bene».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio