Seguici

Calcio

Calcio Lecco, capitan Malgrati abbraccia i suoi compagni: «Abbiamo dato tutto e siamo diventati una famiglia»

La finale di Poule Scudetto con l’Avellino ha chiuso una stagione straordinaria, culminata nella promozione in Serie C conquistata il 31 marzo sul campo del Borgaro Nobis

Capitan Andrea Malgrati in azione contro l'Avellino
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

La delusione patita dalla Calcio Lecco a Perugia non può spostare di una virgola il giudizio sulla stagione 2018/2019. Stagione di gloria con tratti leggendari, abbellita dal massimo distacco mai messo tra una prima e seconda classificata (+27) e impreziosita dalla cavalcata fino alla finale di Poule Scudetto. Tra i capisaldi della squadra promossa in Serie C lo scorso 31 marzo va sicuramente messo capitan Andrea Malgrati, divenuto profeta in patria a 35 anni, tornato a calcare di campi della Serie D dopo vari anni: 39 partite, 2 gol e 1 assist, questo il suo score nella prima stagione in maglia bluceleste.

Rientrato a casa dopo la quattro giorni umbra, il capitano ha scritto una lunga lettera indirizzata a tutte le componenti dell’ambiente bluceleste.

Capitan Malgrati: «Abbiamo affrontato un percorso speciale»

Grazie a tutti!

Non c’è modo migliore per iniziare una lettera.

Abbiamo affrontato insieme un percorso davvero speciale, partendo a Luglio con alcuni dubbi e qualche incertezza ma già dai primi giorni impegnandosi al massimo e dando tutto, sapendo che l’obiettivo era uno solo e non semplice da raggiungere.

Abbiamo fatto davvero tanto, ora lo posso dire… Ci siamo messi in gioco tutti rinunciando spesso agli egoismi e alle singolarità per poter dar vita ad uno spogliatoio di uomini, con i suoi momenti di alti e di bassi (quale famiglia non li ha?) ma con l’intelligenza di sapersi tollerare nei momenti un po’ più difficili.

Si perché ormai questo siamo, un gruppo di uomini, di ragazzi che resteranno per sempre nei ricordi di tutti i lecchesi e nella storia di questa Società.

Abbiamo onorato fino in fondo questa maglia, che ormai è divenuta una seconda pelle, nelle vittorie e negli atteggiamenti sempre propositivi, con lo spirito di chi,  nonostante una vittoria schiacciante del campionato, ha proseguito nel suo percorso senza mai mollare rispettando tutte le competizioni come  quest’ultima che molti snobbano.

Il mio GRAZIE va a tutti voi…

Ai miei compagni che mi hanno dato e insegnato tanto quest’anno, alla Società che ha saputo onorare ogni impegno preso senza far mancare mai nulla alla squadra, grazie allo staff tecnico, atletico, medico, ai magazzinieri, ai giornalisti, alla sicurezza e a tutte le persone che hanno gravitato intorno a questi ragazzi fantastici.

Un ringraziamento speciale va indubbiamente a voi tifosi che ci avete seguito dappertutto, sono sinceramente rimasto stupito dall’amore vero che provate per questi colori raggiungendoci in trasferte impensabili fino all’ultima partita a Perugia… Parecchie vittorie passano anche dal vostro incessabile supporto.

Se mi scordo di ringraziare qualcuno è perché siete davvero tanti…

Auguro ai miei compagni ogni bene e che possano avere carriere importanti e vi consiglio di non mollare mai che le soddisfazioni e le gioie possono arrivare anche a 35 anni.

Un abbraccio sincero a tutti e FORZA VECCHIO CUORE BLUCELESTE SEMPRE!!!

Ciao,

il vostro Capitano…

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio