Seguici

Calcio

Serie D, meno tre giorni all’esordio in campionato per Casatese e NibionnOggiono: uno sguardo d’insieme sul girone B

Domenica inizia il cammino ufficiale delle due compagini lecchesi per la stagione 2020/2021. Il raggruppamento si prospetta impegnativo, a partire dai già ostici esordi a Desenzano e Crema

Domenica l'esordio per Casatese e NibionnOggiono MANGILI/LCN SPORT
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 8 minuti

La settimana scorsa ci ha consegnato ufficialmente girone prima e calendario poi dell’imminente campionato di Serie D di Casatese e NibionnOggiono. Le due compagini lecchesi apriranno il proprio cammino tra tre giorni, domenica 27 settembre, ed entrambe saranno alle prese da subito con una trasferta insidiosa. D’altronde, come già detto, di squadre “morbide” non ce ne sono in questo girone B, che si è ancor più rinforzato rispetto alla già consueta tradizione di raggruppamento ostico. I numerosi grandi colpi di calciomercato che ci ha regalato questa insolita sessione di sistemazione delle rose hanno per l’appunto alzato il livello del gioco.

Le avversarie di Casatese e NibionnOggiono MANGILI/LCN SPORT

Lecchesi forti di una bella preparazione. Seregno candidata prima della classe? Occhio alle tante novità pronte a sorprendere

NibionnOggiono: difficile ripetersi, ma la fiducia non manca

Per entrambe le lecchesi non mancherà il grande entusiasmo, fattore che ha decisamente contribuito a regalare una stagione 2019/2020 magica al NibionnOggiono. Non sarà chiaramente agevole per Commisso e ragazzi replicare una simile impresa, stante su tutti gli aspetti la cessione dei pezzi pregiati, ma anche proprio il “peso” della storia alle spalle. Tuttavia il precampionato ha offerto risposte positive, fornendo preziose indicazioni al tecnico, che ha trovato in Cargiolli un nuovo importante punto di riferimento per le sorti della squadra. Anche il talento di Iori può essere un prezioso ago nella bilancia lecchese, dopo un’ultima stagione in netto chiaroscuro, nella speranza di tornare ai fasti di un anno ancor prima, nel quale la stella del classe ’97 aveva decisamente brillato.

Mattia Iori, talento del NibionnOggiono BONACINA/LCN SPORT

Casatese: mercato sontuoso, entusiasmo e consapevolezza

Una sfilza di allenamenti congiunti che hanno messo in evidenza la bella forma e una buona alchimia per la Casatese: il biglietto da visita dei biancorossi per il campionato è decisamente di tutto rispetto. Vi abbiamo fedelmente raccontato di tutti grandi i movimenti in entrata della società di patron Sassella, in un mercato aperto col botto Isella, a inizio giugno. La lunga fila poi nota di nomi, che hanno impreziosito sempre più un collettivo ben strutturato e che non ha assolutamente nulla da temere in questo girone B. La consapevolezza di potersela giocare con chiunque c’è e ci deve essere, senza mai poi staccarsi coi piedi troppo da terra. Non manca la curiosità, attorno a una squadra che può sorprendere, così come fatto dal NibionnOggiono nello scorso anno. L’attuale compagine di Tricarico, va detto, è però meglio assortita rispetto a quella di Commisso un anno fa.

Maguette Fall e Federico Frigerio, certezze della Casatese MANGILI/LCN SPORT

Solo il Seregno stesso può mettersi il bastone tra le ruote?

Rispetto allo scorso anno, è difficile non individuare una grande favorita, in questo caso il Seregno. Sebbene anche un anno fa la compagine brianzola fosse tra le indiziate al grande salto, v’era la presenza di altri squadroni quali Pro Sesto, poi vincitrice finale, e Legnano, vice e costante spina nel fianco. Oggi, vuoi per assenza in partenza di altre squadre di simile livello sulla carta (lo stesso Legnano o il Città di Varese, inserite nel girone A), vuoi per assemblaggio del roster nettamente più ragionato, condito da colpi da urlo come França, sembra difficile pensarla altrimenti. Nelle mani di Franzini (nuova guida tecnica, tra le migliori auspicabili per la categoria) e ragazzi il destino del Seregno, nella speranza di non farsi nuovamente male da soli come nella scorsa annata. Francamente, sebbene nulla sia mai certo in questo sport, sembra difficile.

Carlos França, ciliegina del mercato del Seregno, e Adriano Ferreira Pinto, colonna del Ponte San Pietro BONACINA/LCN SPORT

Consueto ostico blocco bergamasco (con la nuova Real Calepina) e novità bresciane e non solo

Immancabile il consueto zoccolo duro delle squadre orobiche, tradizione del girone B. La migliore di queste nella scorsa annata è stata lo Scanzorosciate, capace di offrire un cammino ben al di sopra delle aspettative, costantemente a ridosso delle primissime posizioni. Due degli uomini chiave della formazione di mister Valenti, ossia bomber Giangaspero e il pilastro difensivo Paris, sono però migrati verso i lidi della neonata Real Calepina. La nuova truppa guidata da Carminati ha accolto anche altre pedine preziose quali Okyere e Sonzogni, e vuole di certo ritagliarsi un possibile ruolo da outsider.

Nessuna delle altre bergamasche, a parte il Brusaporto, che godrà della nuova guida tecnica di Carobbio, ha particolarmente brillato nella stagione lasciata alle spalle. Ponte San Pietro e Virtus CiseranoBergamo hanno costantemente galleggiato a metà graduatoria, facendo meno di quanto preventivato. Difficile pensare ad un’altra stagione altrettanto anonima, ma la concorrenza è altissima, e ritagliarsi un buon piazzamento grazie a ottimi risultati non è scontato. Peggio ancora per Villa D’Almè Valbrembana e Caravaggio, mai oltre la zona medio-bassa con sguardo sui play-out, che sono decisamente corse ai ripari allestendo un’ottima rosa, nella speranza di una stagione migliore e con più respiro.

In casa Villa d’Almè Valbrembana ci si attende una stagione migliore MANGILI/LCN SPORT

Tante le novità per questo girone, che nella nuova annata accoglie squadre non solite far parte di questo raggruppamento, come il Desenzano Calvina o il Crema, con le quali battaglieranno Casatese e NibionnOggiono all’esordio. Stagione da incubo la scorsa per Dossena e collettivo, chiamati decisamente a riscattarsi. Oltre ai primi, ci sono altri due interessanti sodalizi bresciani quali Sporting Franciacorta e Breno, che ieri sera si è regalato una importante “passerella” in Coppa Italia sul campo del Padova. Anche l’ottima Tritium ha goduto di questa opportunità, cedendo il passo nel finale sul terreno della Juve Stabia, dopo il gol del momentaneo pari siglato da Marzeglia.

Da non dimenticare la Vis Nova Giussano, principale e forse unica antagonista della Casatese nello scorso torneo di Eccellenza. Tanti i rinforzi per i neroverdi, che tenteranno di farsi valere anche in quarta serie, sebbene non si prospetti così agevole. Anche per il Fanfulla il girone B non è quello usuale, e così la forte compagine del lodigiano sarà un nuovo avversario in più per lecchesi e non solo. Salutate le trentine, ecco l’unica rappresentante, nuova, da fuori regione, ossia il Sona: la truppa veronese, neopromossa, non si troverà a condividere il girone con le colleghe venete, ma battaglierà con le diciassette lombarde del girone B.

Il calendario di Casatese e NibionnOggiono MANGILI/LCN SPORT

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio